Titolo: Our Hero! Produttore: Ste Tool: Rpg Maker VX
Our Hero!
Our Hero!
Nostroeroe alla riscossa!
Nostroeroe alla riscossa!
A cura di: Tio, Zosimos e Impaled Janus
A cura di: Tio, Zosimos e Impaled Janus
O
Our Hero di Ste è uno dei pochi giochi completi creati con RMVX. L'emblema di questo gioco è la spensieratezza che i personaggi riescono a regalare grazie ad una trama e ad un design leggero, che però viene rovinata da un BS in buona parte ostico e ripetitivo… Ma analizziamo con calma i vari campi.
Una trama molto semplice: trova il cristallo rubato!
Una trama molto semplice: trova il cristallo rubato!
La trama del gioco è molto semplice: va a recuperare il cristallo che è stato rubato. Più avanti magari si scoprono un paio di retroscena più o meno interessanti (ad esempio il cristallo ha poteri come quello di dar vita agli oggetti), ma la trama e gli obiettivi sono sempre gli stessi. Ciò ovviamente è una scelta fatta in linea con lo stile del gioco, che vuole essere leggero, allegro e "scaccia-pensieri", quindi mi è sembrata una buona decisione… anche se resta sempre una trama molto banale, raccontata con dei dialoghi un po' trascurati, ma sempre leggeri.

Il gameplay secondo me è il punto più dolente del gioco: all'inizio sinceramente mi sono anche un po' stupito, il BS sembrava carino, dinamico… ma andando avanti si capisce che ogni santissimo livello del gioco è strutturato allo stesso modo, con le stesse identiche battaglie in cui lo scopo è premere il tasto S il più velocemente possibile. Ad un certo punto si impara la nuova abilità "Ritirata" che permette a Nostro Eroe di fare due passi indietro dopo un attacco… penso che sia stata una scelta che ha peggiorato tantissimo le dinamiche di un gioco già non troppo piacevole da giocare a causa della sua ripetitività. Anche perchè questa "Ritirata" non serve assolutamente a quello per cui vorrebbe servire (attaccare ed evitare il nemico): il nemico ti colpisce lo stesso, solo che diventa più difficile colpirlo XD
Se fosse stata fatta come scelta per aumentare la difficoltà di gioco potrei anche capirla.. ma il fatto che venga promossa come un'abilità utile per elaborare nuove strategie in battaglia, non mi va molto giù.
Ti sei comunque rifatto con i boss, lo devo ammettere: ogni boss ha una strategia diversa davvero ben studiata, mi ha ricordato molto i boss dei vari Zelda in cui bisogna fermarsi e capire come funziona prima di iniziare veramente a combattere.
Battaglie a parte, il gioco è abbastanza classico: per superare un po' di tranelli bisogna equipaggiarsi armi e abilità diverse, o usare qualche oggetto magico (vedi il cristallo controllore, che mi è piaciuto abbastanza).
Un appunto per gli oggetti in movimento che arrecano danni (vedi i massi nel deserto, o alcune palle d'energia che vengono lanciate da vari boss): i danni vengono arrecati per ogni millisecondo a contatto con l'eroe, perciò sono capacissimi di farti fare game over solamente per averli toccati… il chè può essere una grossa scocciatura.
Infine, mi ha fatto piacere trovare anche il museo delle spade e dei personaggi: il fatto che venga data la possibilità di "collezionare" elementi sparsi nel gioco migliora leggermente la longevità del gioco.
Il punto di forza della grafica sono senz'altro gli omini che abitano il mondo di Our Hero.
Il punto di forza della grafica sono senz'altro gli omini che abitano il mondo di Our Hero.
Grafica: il gioco è discretamente mappato con risorse RTP, e diciamo che la squadratezza dei tileset di RMVX si sente parecchio… Il punto di forza sono le risorse create da zero, ovvero gli omini che abitano il mondo di Our Hero: hanno un aspetto indubbiamente simpatico e sono anche ben animati. Ti devo fare solamente un appunto per l'attacco di Nostro Eroe: il fatto che tu l'abbia disegnato solamente in due direzioni (sinistra e destra) può confondere il giocatore durante le battaglie, che già di per sè sono abbastanza dinamiche… consiglio di aggiungere l'animazione dell'attacco anche per le direzioni verticali.

Sonoro: buona parte delle musiche del gioco sono carine e anche sconosciute (in particolare quella del "villaggio" all'inizio), però le musiche prese da Final Fantasy 8 mi sono sembrate un po' scontate, oltre al fatto che con lo stile del gioco non c'entrano tantissimo. Niente di grave comunque, anche se la musica dei boss di Final Fantasy 8 che ritorna in ogni battaglia mi è sembrata davvero eccessiva… Diciamo che rendono molto più anonimo un gioco che di per sè non ha nulla di anonimo.

Our Hero è un gioco simpatico che indubbiamente vi regalerà qualche ora di divertimento, ma molto probabilmente anche qualche brutta rabbiatura, dovuta ad una difficoltà altalenante (ma non per questo equilibrata) e ad un BS non troppo studiato. Merita comunque di essere giocato almeno una volta, grazie alla simpatia trasmessa da questi simpatici omini e alla spensieratezza che il gioco riesce a regalare.
Trama2 Sonoro3 GLOBALE
2.7
Grafica3Programmaz.3
Ambientaz.3Idea3 Giocabilità2
Tio
N
el presentare Our Hero al pubblico della community, Ste non ha voluto certamente nascondere il fatto che si trattasse di un titolo leggero e brioso, privo di un'eccessiva profondità e destinato principalmente ai casual gamers, che avrebbero potuto trovarvi del sano divertimento e trascorrere qualche ora spensierata. Il titolo va dunque valutato secondo questi canoni specifici, senza ricercare in esso contenuti che non ha mai voluto proporre. Premesso questo, Our Hero può considerarsi un lavoro riuscito? In parte sì e in parte no.

Procediamo con ordine. La trama del gioco è semplice lineare, chiaramente concepita più come pretesto per l'azione che come struttura portante del gioco: un oggetto (in questo caso un cristallo) è andato perduto e l'eroe (che, caso bizzarro, non ha un nome proprio) dovrà partire per recuperarlo. Niente di male, non fosse che purtroppo, a parte alcune trovate davvero buffe (per esempio, il tappeto posto in tutti i punti in cui compare il re, anche nella foresta...), l'esile plot non è generalmente supportato da dialoghi memorabili, ma anzi, essi risultano in gran parte piuttosto superficiali e sbrigativamente composti. L'atmosfera complessiva, dunque, non ne guadagna.
Il chara-design è attraente e simpatico.
Il chara-design è attraente e simpatico.
Di veramente attraente c'è, senza dubbio, il chara-design: il protagonista e i comprimari hanno un aspetto esteriore veramente simpatico ed efficacissimo, probabilmente uno dei più incisivi dell'intero contest, nonostante l'assoluta semplicità delle forme. E' un valido esempio che dimostra come nel game-design (e non solo) conti talvolta più una buona idea di base che un grande virtuosismo tecnico. Il resto del comparto grafico si lascia guardare, anche se la l'aspetto parallelepipedo delle risorse RTP VX è abbastanza stucchevole, e alcune mappe avrebbero potuto essere costruite in modo migliore. Peccato aver conservato un menu sostanzialmente standard, dal layout piuttosto inadeguato e vuoto, dato che il personaggio utilizzabile è soltanto uno. Nessuna osservazione particolare per il sonoro, si tratta di brani piuttosto logori ma tutto sommato adatti ai diversi momenti del gioco.
Il problema principale di Our Hero risiede tuttavia nel suo confusionario BS in tempo reale, un aspetto che purtroppo tende a influenzare l'intero gameplay e rende l'esperienza di gioco meno piacevole di quanto non ci si aspetterebbe. Se l'idea di limitare l'azione di combattimento praticamente ad una sola mossa (l'attacco fisico) poteva anche essere tollerata, la pazienza del giocatore è tuttavia messa a dura prova dal funzionamento effettivo di questo sistema. Nell'attaccare, il protagonista si slancia verso l'avversario nelle sole direzioni destra-sinistra, grazie ad un semplice frame fisso peraltro deformato e ingrandito rispetto alla posa di default: la sua mobilità si interrompe così per un breve ma fatale istante, cosa che impedisce sostanzialmente qualsiasi tipo di strategia di aggiramento o di retrocessione. Il tutto si riduce, dunque, ad una frenetica e forsennata corsa alla pressione del tasto d'attacco, nella speranza di uccidere il nemico prima che ci faccia troppi danni. Il meccanismo viene reso ancora più rigido dall'aggiunta dell'abilità "Ritirata", che, invece di facilitare il compito al giocatore, tende a rendere il protagonista ancora più vulnerabile e indifeso. L'IA dei nemici non risulta poi eccessivamente sviluppata, nè sono state fornite loro delle abilità che permettano di differenziarne i comportamenti; i boss, piuttosto curiosi e ben programmati, rappresentano l'eccezione che rende ancora più evidente la ripetitività del restante gameplay. Più vari e interessanti gli enigmi e i rompicapo, per quanto non privi di alcune pecche e ingenuità nonsense che ne compromettono un po' la piacevolezza: ancora devo capire il senso delle pietre rotolanti nella foresta, se non quello di rallentare fastidiosamente l'eroe.

In definitiva Our Hero è un gioco leggero e di discreto interesse, divertente per qualche ora, ma minato da alcuni problemi strutturali che gli impediscono di raggiungere quell'immediatezza evidentemente ricercata dal suo creatore. Perfezionando alcuni elementi (il BS su tutti), il risultato finale potrà essere senz'altro più efficace.
Trama2 Sonoro3 GLOBALE
2.4
Grafica3Programmaz.2
Ambientaz.2Idea3 Giocabilità2
Zosimos
A
ppena posato lo sguardo su questo gioco la prima cosa che mi è venuta in mente è... :3 (o Puccio! per i non amanti delle emoticon). Il gioco è leggero (non che sia un male) e tremendamente solare. Dovete essere dei bruti per non sorridere di fronte ai simpaticissimi personaggi creati da zero e alle loro espressioni "emoticate". Peccato che lo stile grafico non sia uniforme: capisco sia difficile creare un gioco con grafica completamente da zero, ma l'utilizzo della grafica "cubettosa" del RTP del VX ha inevitabilmente rovinato l'atmosfera generale, causa anche un mapping davvero non eccezionale, specialmente negli interni.

La trama non ha intenzione di scostarsi dai canoni degli RPG e li canzona senza rimorsi, ma è comunque molto banale e i dialoghi certamente non aiutano. Ci sono comunque delle chicche, specialmente riguardo i personaggi come il re e il suo sempre presente tappeto regale.
Il gameplay ostico si afferma come punto debole del gioco.
Il gameplay ostico si afferma come punto debole del gioco.
Purtroppo per un gioco del genere, il punto debole si rivela proprio il gameplay. All'inizio del gioco mi era ancora possibile accettare premere S come un forsennato, ma l'abilità Ritirata ha cambiato completamente le carte in tavola, rendendo Our Hero l'unico gioco d'azione in cui è preferibile essere con le spalle al muro al posto dei nemici. L'azione diventa in questo modo eccessivamente confusionaria, complici anche le bande nere durante l'attacco che a volte coprono il personaggio e la difficile manovrabilità dello stesso. Anche l'IA è migliorabile così come la difficoltà generale, troppo variabile tra un livello e l'altro. Devo anche far notare dei bug: per esempio, provate ad attaccare mentre cambiate mappa e vi ritroverete veloci come Flash.
Utile, ma pur sempre un bug. O a saltare ovunque durante la battaglia. Le battaglie con i boss sono più "intelligenti", bisogna seguire una certa strategia, ma a volte alcuni problemi di collisione le rendono snervanti (volpe, guardo te). Mi sono anche trovato in difficoltà in certi enigmi che sarebbero dovuti essere facili, come lo spostamento degli zombie per rompere il cancello o il superamento di un determinato passaggio con sassi rotolanti, reso impossibile perchè la piattaforma di salto era mimetizzata dal terreno.

Per concludere, Our Hero è un gioco che sprizza simpatia da tutti i pori, ma che purtroppo pecca in quello che sarebbe dovuto essere il focus del gioco, cioè l'azione. È comunque in grado di rallegrarvi nella sua non eccessiva durata. Oppure fiondatevi direttamente sul seguito.
Trama2 Sonoro2 GLOBALE
2.4
Grafica3Programmaz.3
Ambientaz.2Idea3 Giocabilità2
Impaled Janus
Our Hero!
Our Hero!
2.5
2
2
3
2.3
2.7
2.7
3
Grafica e Design di havana24
Pagina 12