Rpg˛S Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies

Vai al contenuto

Rpg˛S Forum uses cookies. Read the Privacy Policy for more info. To remove this message, please click the button to the right:    I accept the use of cookies


  • Si prega di effettuare il log in prima di rispondere
Paper Mario - - - - -

    Yoshi91
  • Utente avanzato

  • Utenti
  • Rens: 40
  • 0
  • StellettaStellettaStelletta
  • 476 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Provenienza:Isola Yoshi
  • Abilitā:Apprendista

#21 Inviato 11 December 2012 - 22:05 PM

Paper Mario sarà pur carino, ma Super Mario Galaxy 2 non lo batte nessuno ;)
Gameplay, Musiche, Livelli, Grafica...
SMG 2 è imbattibile!
Parlo del 2 perchè l'uno mi fa pena, non c'è nemmeno Yoshi, il più importante (per uno yoshi maker come me) =)
Però almeno Paper Mario è una idea fattibile, al contrario dell'ennesimo NSMB.
Ideale come alternativa a quest'ultimo.

Modificato da Yoshi91, 15 December 2012 - 21:07 PM.

Gioco in costruzione: Yoshi Party #Link al topic#
% completamento: [color=#ff0000;]2%[/color] (Userò il VX Ace e non più il VX)

La mia bottega, dove potreste chiedermi di tradurvi scripts per VX e VX-Ace in italiano o di programmarvi eventi in cambio di rens! BOTTEGA QUI
Sei un grafico e vuoi essere reclutato per Yoshi Party? Vai qui!
 
Scripts, Tutorial e Risorse postate qui da me per VX e VX Ace!
Spoiler

  Immagine inserita             
 
[font="'comic sans ms', cursive;"][color=rgb(0,128,0);]*wahuu!*[/color][/font]

    keroslifer
  • Veggente Videoludico

  • Utenti
  • Rens: 186
  • 9
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5405 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Abilitā:Apprendista

#22 Inviato 31 December 2012 - 17:19 PM

Lo sto giocando da un po', sono a circa 12 ore. Stupendo! Molto innovativo e tutto basato sugli sticker, enigmi e BS compresi. Ve lo consiglio già. Una features molto bella è la mappa dei mondi, così da evitare lunghe camminate per andare da una zona all'altra come avveniva nei precedenti che, sì, avevano dei tubi che portavano direttamente dove si voleva ma ci si poteva accedere solo dopo aver completato certe cose o se si possedevano determinate tecniche/oggetti. Però ora questo è l'unico modo per accedere alle varie zone, che sono suddivise in livelli proprio come nei Mario classici e questo toglie un pochino di esplorazione. Poi mancano un po' di informazioni, soprattutto quelle sui boss, molto importanti perché spesso facevano intuire il modo migliore per sconfiggerli e qui per come è strutturato il gioco sarebbero stati molto utili. Sul resto approfondirò meglio quando lo avrò completato, però vi consiglio già di acquistarlo perché è bello quanto i precedenti.

Modificato da keroslifer, 31 December 2012 - 17:20 PM.

Making

Spoiler

Recensioni - Caratteristiche e mie recensioni
Spoiler





Regali e premi

Spoiler


Citazioni dal forum

Spoiler

 


    keroslifer
  • Veggente Videoludico

  • Utenti
  • Rens: 186
  • 9
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5405 messaggi
  • Sesso:Maschio
  • Abilitā:Apprendista

#23 Inviato 05 January 2013 - 18:30 PM

Finito, ecco la recensione!

Paper Mario: Sticker Star


STORIA
Nel Regno dei Funghi tutti gli abitanti, Mario compreso, si sono riuniti in piazza in un evento per celebrare l’arrivo della Cometa Sticker, lo Sticker Fest. All’evento è presente anche la Principessa Peach, per annunciare l’arrivo della Cometa.
Una volta che la Cometa era scesa sulla piazza appare Bowser, che cerca di rubarla. Però, mentre i Toad cercano di fermarlo, il Re dei Koopa inciampa, distruggendola in frammenti chiamati Sticker Reali.
Uno di essi cade sulla sua testa, facendolo diventare incredibilmente potente, tanto da causare un tornado che spazza via tutto ciò che si trova nelle vicinanze.
Mario rimane privo di sensi e al suo risveglio trova intorno a sé un completo disastro e Peach è scomparsa. Mario fa la conoscenza di Corinne, uno sticker in grado di parlare che gli spiega l’accaduto.
Tocca a Mario partire per trovare gli Sticker Reali e la Principessa.
La storia è molto classica e viene sviluppata in modo molto semplice. Rimane comunque adatta al contesto nonostante le poche pretese.
Voto=7

GRAFICA
Lo stile grafico continua sulla linea che da sempre caratterizza la serie Paper. Il mondo Mariesco di carta è reso in maniera eccellente e il tutto si presenta colorato e curato in ogni dettaglio. Il level design è come sempre ottimo ed elaborato, le animazioni sono perfettamente in grado di mettere in risalto le caratteristiche “cartacee” dei personaggi e dei vari elementi su schermo. Il framerate è sempre stabile e l’effetto 3D è uno dei migliori mai visti su 3DS, in grado di esaltare alla perfezione le caratteristiche del mondo di carta.
Voto=9.5

GAMEPLAY
Il gameplay di questo capitolo è molto diverso da quanto visto nei precedenti.
Fondamentalmente si prosegue in maniera piuttosto classica, come nei Mario 2d. E’ stata infatti introdotta la mappa dei mondi dalla quale si accede ai diversi livelli del gioco. Nell’ultimo livello di ogni mondo andrà anche affrontato e sconfitto un boss per poter prendere il corrispondente Sticker Reale.
Nonostante il proseguimento del gioco può apparire piuttosto lineare, in realtà è ben diverso perché è vero che i livelli di un determinato mondo devono per forza essere completati in fila, ma è anche vero che i mondi accessibili sono sempre più di uno e quindi si può scegliere di alternare un po’ i livelli. Inoltre alcuni livelli avranno più di un traguardo e nella mappa si apriranno strade differenti a seconda del traguardo che si raggiunge.
Se da un lato questo rende più immediato e veloce il passaggio da un livello all’altro, dall’altro riduce un po’ l’esplorazione, che si limiterà al singolo livello e non all’intero mondo.
Il fulcro di questo gioco sono gli sticker. I primi di cui si verrà a conoscenza sono quelli da utilizzare in battaglia. Il BS del gioco gira intorno ad essi, senza i quali non è possibile eseguire alcuna azione, eccetto la fuga. E’ quindi fondamentale raccogliere tutti gli sticker che si trovano sparsi per i livelli e sotto questo aspetto non ci sono problemi perché il mondo di gioco ne è letteralmente pieno. Inizialmente i più comuni sono il salto, il martello e il salto multiplo, ma man mano che si prosegue se ne incontreranno di più rari e potenti. Alcuni saranno trovabili solo sconfiggendo determinati nemici e altri ancora più rari si potranno trovare nello stesso posto una volta sola.
Ben presto si scoprirà che sono presenti anche degli oggetti, trovabili in giro per i livelli. Questi oggetti possono essere trasformati in sticker e utilizzati in battaglia per infliggere un ingente quantitativo di danni. In particolari alcuni di essi dovranno essere utilizzati per risolvere gli enigmi per proseguire nel gioco ed è qui che si incontra il problema principale del gioco: la quasi totale mancanza di indicazioni.
Nella maggior parte dei casi non si avrà alcuna indicazione su cosa fare e questo non sarebbe un problema se il gioco non richiederebbe un oggetto specifico trasformato in sticker per risolvere un determinato enigma, oggetto che magari è nascosto in un altro livello. In questi casi il giocatore si troverà nella situazione di non sapere se non riesce a proseguire perché non capisce cosa fare o se è perché non possiede ciò che è necessario per superare una determinata sezione. Corinne inoltre, che dovrebbe fungere da aiuto, raramente dice qualcosa di sensato in grado di fornire un indizio.
Lo stesso problema si presenta con i boss che, salvo alcuni, richiedono una strategia specifica per essere sconfitti. Questa strategia ha bisogno sempre di un determinato oggetto trasformato in sticker. Se il giocatore non lo possiede o non lo utilizza nel momento opportuno non ha speranze di sconfiggere il boss.
Ciò richiederà quindi almeno un paio di tentativi per poterlo battere. Durante le battaglie boss non si possono conoscere le caratteristiche del proprio nemico quando si vuole, cosa che avveniva nei precedenti capitoli, ma Corinne uscirà fuori a random se si sarà in difficoltà con qualche vago suggerimento che, se a volte farà intuire ciò che serve, altre volte non servirà a nulla, soprattutto se non si possiede lo sticker necessario e non si è magari a conoscenza della sua esistenza.
Fortunatamente questo fatto non è così tragico come potrebbe sembrare, perché giocando ed esplorando per bene si entrerà sempre di più nella mentalità del gioco e anche perché gli sticker necessari per un enigma si trovano quasi sempre nello stesso mondo in cui sono richiesti e per i boss sono al massimo nei mondi precedenti. Quindi se si segue l’ordine numerato dei mondi si andrà sicuramente incontro a meno problemi.
Voto=8.5

SONORO
Il sonoro brilla sotto tutti i punti di vista. Sono presenti ottime musiche nuove, ottimi remix di quelle classiche e ottimi effetti sonori che danno la giusta atmosfera alle diverse situazioni.
Voto=9.2

LONGEVITA’
Completare il gioco richiede circa un ventina d’ore che aumentano se si mira a completare vari obbiettivi secondari.
Voto=8.5

COMMENTO FINALE
Paper Mario: Sticker Star è un ottimo gioco sotto tutti gli aspetti e riesce ad innovare completamente la serie con meccaniche nuove ed interessanti. Peccato per la quasi assenza di suggerimenti, che avrebbero aiutato a rendere l’esperienza più solida.
VOTO COMPLESSIVO=8.5

Making

Spoiler

Recensioni - Caratteristiche e mie recensioni
Spoiler





Regali e premi

Spoiler


Citazioni dal forum

Spoiler

 





  • Feed RSS