I nostri eventi in corso:
Stats
giochi: 65
risorse: 50
downloads: 9
scripts: 10
screens: 244
tutorials: 10
utenti: 8209
Giochi » Raldon 3X
Raldon 3X
» Scheda
Screen del titolo
Titolo: Raldon 3X (completo)
Autore: Theoras
Tool: Rpg Maker XP
Data di rilascio: 2009-01-20
Genere: Azione/Action RPG
Vai al topic
DOWNLOAD (71.52 MB) - Mirror 1
Questo gioco è stato scaricato 330 volte
» Descrizione

Raldon è un regno popolato da molte creture appartenenti a razze ed etnie diverse. Il regno è controllato da un monarca assoluto, Re Egida, che ha portato nel regno un periodo di relativa pace e stabilità. Tuttavia le polemiche non mancano, e un gruppo di Ribelli che vogliono rovesciare le cose si stanno organizzando per effettuare un attacco. Per questo il Re ha fondato due ordini mirati a mantenere la Pace e la Stabilità nel suo regno.
Inoltre i Necromanti della Lega hanno fatto alcune importanti scoperte scientifiche che porterebbero non solo ad un accrescimento del loro potere magico, ma anche ad allungare, fino a rendere eterna, la propria vita.
Nelle fogne di una grande città, Narvik, sono inoltre state avvistate, in compagnia di maghi e uomini rinnegati e ostili alla civiltà, delle orrende creature maestre nelle arti oscure.
Il destino del regno di Raldon dipende solo dal giocatore e dalle sue azioni. Vincerà la giustizia o i Ribelli conquisteranno il trono? O, ancora, la Magia Nera riuscirà a superare gli ostacoli che i Chierici e le Fate stanno mettendo in atto per confinarla?
Sarete voi a scrivere il destino di questo regno, il destino di Raldon.

» Screenshots

Lo scorso Game Contest avevo provato a giocare alla vecchia versione di Raldon. Avevo provato a scegliere un personaggio e ad avventurarmi in quel mondo, ma fin dall'inizio mi sono trovato in difficoltà a causa di un BS piuttosto ostico fin dall'inizio.
E, devo ammetterlo, provando questa nuova versione non ho provato sensazioni troppo diverse nella prima parte di gioco… ma le responsabilità di giudice mi hanno spinto ad andare avanti, facendomi completamente rivalutare il gioco.

Ma andiamo con calma. Raldon è un RPG di stampo occidentale: scegliamo un personaggio appartenente ad una determinata razza, e dobbiamo fargli trovare "il suo posto" nel mondo di Raldon che si trova in un suo momento storico piuttosto importante; come ci spiega il mercante Saul, infatti, il popolo è diviso tra "quelli che stanno dalla parte del re" e i Ribelli. Pure il nostro protagonista dovrà scegliere una sua parte. Ci riuscirà?

Inizialmente ho avuto diversi dubbi a riguardo. Subito dopo essere usciti dalla cittadina di Zarvios (dove il giocatore impara a vivere, o meglio a sopravvivere, nel mondo di Raldon), ci si imbatte nelle prime battaglie, contro lupi e api giganti capaci di ucciderti in tre colpi. Ma parliamo del Battle System scelto da Theoras.
Io non ho assolutamente niente in contrario con i BS in tempo reale (anzi, ho amato giochi come Fable, Zelda e Secret of Mana), ma… fare in modo che il giocatore prema un tasto il più velocemente possibile, non è un BS. Saul stesso dice "eh sì, nelle battaglie conta molto anche la velocità"… io dico "in queste battaglie conta solo la velocità" XD
E' vero: più avanti si ottengono abbastanza soldi per acquistare archi e magie, ma la gestione di queste è veramente dispendiosa (soprattutto in un mondo dove tutti gli abitanti sono piuttosto taccagni), e alla fine conviene sempre cercare di uccidere i nemici a suon di "Z". Se i nemici non ti uccidono prima… perchè sì, anche i nemici più scarsi fin dall'inizio sono capacissimi di ucciderti con un minimo di 4-5 attacchi, e il povero giocatore si ritrova costretto alla fuga verso alla locanda più vicina, spendendo 50 monete per curarsi e 40 per i punti di salvataggio a pagamento (ma di questi parleremo più avanti)… si torna alle battaglie, 5 attacchi, si torna alla locanda, e così via… piano piano si riesce a racimolare qualcosa, a fare qualche acquisto che (sempre piano piano) riesce a velocizzare il meccanismo di gioco… Di fatto ho passato la prima ora ad entrare ed uscire in continuazione nella strada vicino a Zarvios uccidendo sempre lo stesso nemico, arrivando così a livello 10. Ma la situazione non è poi cambiata così tanto. Faccio degli acquisti per l'equipaggiamento un pochino più costosi, e decido di spostarmi nelle altre città, negli altri luoghi… e la situazione rimane più o meno la stessa di prima, perciò continuo ad allenarmi ore e ore finchè non oltrepasso il limite 20, magari compiendo qualche missione che consente di andare avanti col gioco, finchè non raggiungo il rifugio dei Ribelli.
Di qui in poi, anche se la trama del gioco si riconduce ad una serie di ordini da eseguire, ho trovato il gioco decisamente più piacevole, forse perchè ho potenziato il personaggio al punto giusto (forse addirittura troppo), e fino alla fine non più avuto alcuna difficoltà con i nemici, anche con quelli più forti.

Come accennavo prima, il BS di Raldon non è l'unico grande problema: i punti di salvataggio a pagamento sono un'altra gran bella scocciatura, che si attanaglia contro il giocatore meno esperto. E' una cosa psicologica… il giocatore deve sentire la necessità di salvare in determinati punti: attraversare il dungeon, arrivare nella città e trovare un punto dove è possibile salvare la partita, anche se sei un poveraccio scappato dalle battaglie senza una lira in tasca. I salvataggi a pagamento non ti fanno quasi mai capire quando è il momento giusto per salvare, e nella prima parte di gioco costano molto (rispetto a quanto si guadagna con l'uccisione di mostri o eseguendo missioncine), i nemici sono difficili e il livello di stress per lo giocatore aumenta alle stelle. Per esempio, ad un certo punto ho giocato praticamente un'ora senza salvare, andando avanti, facendo attenzione a tutto, uccidendo sempre gli stessi nemici, salendo di livello... entro in un tempietto sconosciuto, sento che c'è una musichetta anche simpatica... faccio qualche passo, vedo qualche animazione strana attorno a me e, zac, morto. Giuro che in quel momento ho odiato veramente il gioco e mi è completamente passata la voglia di giocare.
Dico… posso capire un cartello "ATTENZIONE: NEMICI PERICOLOSI" (come ho già visto da altre parti), posso capire i nemici un po' più forti del solito che ti obbligano alla fuga… ma questa scena qui è stata completamente insensata e decisamente pericolosa per i miei nervi XD
Quando si diventa abbastanza ricchi e forti non sono certo un problema, ma prima di quel punto contribuiscono nel rendere il gioco veramente ostico per chi gioca a Raldon la prima volta e non sa come gestirsi i soldi (che già sono pochi tra oggetti, equipaggiamento e locanda).
Raldon è un gioco che vorrebbe fare del realismo un suo punto di forza. In parte ci riesce, ma nel suo realismo inciampa un sacco di volte in dettagli non proprio banali. Ad esempio: ho visto gente che alle 20.00 spariva nel nulla davanti ai miei occhi… ho visto pastori che portavano mucche e pecore a pascolare in mezzo ai lupi, e l'unica cosa che sapevano fare era dire "Sto portando le mie pecore a pascolare"… ho visto che uccidere tacchini e maiali innocenti ti dà molta più esperienza di uccidere un basilisco o un lupo… ho visto ragazze che hanno perso collane dentro boschi dove i mostri ti mangiano vivo…
Insomma, per fare un gioco realistico non basta inserire due variabili in più (stanchezza e fame) che aumentano col tempo, e che non diventano altro che un parametro in più a cui fare attenzione se non vuoi crepare (come se il gioco non fosse già abbastanza difficile, tra BS ostico e salvataggi a pagamento).

Ora, da ciò che ho scritto finora, potrà sembrare che Raldon sia un pessimo gioco. Non è così. Raldon, tra i suoi difetti, trova anche un sacco di pregi che riescono a fargli raggiungere il suo equilibrio.
Uno dei punti che più si bilancia tra pregi e difetti è sicuramente la libertà di gioco. Raldon è un gioco VASTISSIMO, come mai si è visto nella storia di Rpg Maker. Ci sono decine e decine di missioni, il giocatore in mezzo al gioco può compiere tantissime scelte che cambiano lo svolgersi della trama principale. E lo può fare fin dall'inizio, quando decide il personaggio da usare, quando decide quali "mestieri" compiere, e quando decide se stare dalla parte del bene o del male, dalla parte del re o dei ribelli.

E la libertà non si ferma qui: fin dal primo istante di gioco, l'eroe che impersoniamo può raggiungere quasi ogni singolo angolo delle terre di Raldon. E forse sta proprio qui l'errore. L'eroe a cui viene data la possibilità di spostarsi così facilmente (grazie alle carrozze) e vuole esplorare questo mondo, si ritroverà subito di fronte a luoghi che potrebbe esplorare, ma in realtà non può farlo perchè ne verrebbe divorato vivo. E perciò, come ho detto prima, bisogna limitarsi ad andare avanti e indietro tra le prime città, facendo piccole missioni e uccidendo lupi e api, sapendo che tutti quei luoghi non potrai visitarli per un bel po' di tempo.

Questa totale immersione affoga il giocatore in un mondo molto ostico e pericoloso, che si impara ad esplorare solamente dopo una lunga esperienza di gioco… penso che dare la possibilità di esplorare il mondo "gradualmente" (ad esempio con delle guardie che inizialmente bloccano alcune zone, magari per qualche complicazione politica) sarebbe stata una scelta migliore in grado di aiutare il giocatore a calpestare con più attenzione le terre di Raldon.

Sulla trama: seppur "ramificata" tra le varie decisioni che il giocatore può compiere, alla fin fine si può semplificare in una serie di missioni/compiti/ordini da svolgere per la parte che viene scelta, e il risultato finale non è il massimo. Soprattutto per via di personaggi quasi totalmente privi di spessore in un mondo fantasy dove metà dei NPC sono tutti uguali (e non solo graficamente), dialoghi banali e a tratti sviluppati lentamente e a tratti in modo ridicolo (vedi le missioni che iniziano con cose tipo "Buongiorno." - "Buongiorno" - "Posso fare qualcosa per voi?" - "No." - "Ok." - "Anzi sì, una cosa ci sarebbe"... capisco voler cambiare un po' dal classico "Buongiorno, posso fare qualcosa per voi?", ma 'sto dialogo qui giuro che mi ha fatto ridere XD). Dei personaggi che abitano il mondo di Raldon, non ne rimane in testa quasi nessuno, tanto che in uno dei possibili finali (quello con i ribelli) non mi ricordavo nemmeno le facce di quei ribelli "importanti" che sono morti…
C'è sì qualche piccolo colpo di scena verso la fine, che dirige il gioco verso una direzione dalla quale finalmente si riesce a vedere la fine di missioncine insulse da svolgere, ma veramente niente di speciale… Forse aumentare la qualità e la durata delle missioni, piuttosto che farne così tante, avrebbe aiutato. Così come avrebbe potuto aiutare un elenco di tutte le missioni svolte, da svolgere e da scoprire, tanto per dare al giocatore un'idea di come sta giocando al di fuori della trama principale.

Sugli altri fattori, francamente non ho trovato che ci sia molto da dire.
La grafica è tutta RTP con qualche add-on (in particolare alberi e fiori), ma è mappata superbamente, soprattutto nelle zone "selvagge/naturali"… un po' meno nelle città, nelle quali ho trovato un mapping molto labirintico e dispersivo. Tra l'altro, attenzione alla passabilità dei tilesets, in particolare nelle campagne: è pieno zeppo di errori, e spesso sono riuscito a camminare su tronchi, sassi e altipiani mentre dall'altra parte non potevo calpestare dei fiorellini rosa o delle erbacce, contribuendo a rendere il gioco più ostico.

Un appunto va sicuramente fatto sull'introduzione: personalmente, oltre ad essere molto lenta (e non saltabile), sfondi e scritte mi sono sembrate di un gusto altamente dubbio… il font gotico ci può anche stare, ma quel "blu paint" con il bagliore giallo esterno su quelle immagini filtrate sono sintomo di un'introduzione messa lì per allungare il brodo, esteticamente poco studiata (a quel punto giuro che avrei preferito un times new roman su sfondo nero).
Insomma, mi è sembrato che non ci sia stato un grande sforzo in generale per rendere Raldon un gioco graficamente diverso dalla massa. Tutte 'ste risorse RTP purtroppo rendono un mondo "con un'anima" (il mondo, non gli abitanti) veramente molto anonimo.

Musicalmente parlando… boh, personalmente ho giocato alla versione con i midi, che non ho trovato senza infamia e senza lode… anche se sono i BGM standard di rpg maker xp… ed alcuni non riesco a sopportarli, o comunque li avevo sempre attribuiti ad ambientazioni/scene diverse (ad esempio mi pare di ricordare che in una foresta ci sia una musica che io avevo sempre attribuito alla schermata del titolo). La versione mp3 l'ho provata velocemente, e qualitativamente è indubbiamente migliore, però alcune scelte mi sono sembrate particolarmente esagerate rispetto alle ambientazioni.

Raldon è stato un gioco difficile, sia da giocare, che da giudicare.
Un gioco che fa ingranare la marcia al giocatore molto lentamente e con molte difficoltà. Ma una volta che la salita è stata superata, la discesa è vastissima e veramente piacevole. Il giocatore impara a conoscere e ad amare il mondo di Raldon, seppur tra numerose e monotone quest con lo scopo di far scorazzare il protagonista da una parte all'altra del mondo, cercando oggetti e/o persone con un carisma piuttosto basso.
Inutile negare l'enorme lavoro di Theoras dietro questo progetto: non per niente ci lavora da anni, ogni tanto vengono rilasciate nuove versioni e sappiamo tutti che ha sempre ricevuto un discreto successo.
Ma non si può neanche negare che l'inizio incredibilmente ostico ha una probabilità molto alta di allontanare il giocatore meno esperto, che si sente spaventato da un BS monotono e difficile, da un mondo vastissimo che dovrebbe essere scoperto più "in pillole".
Concludendo: pregi e difetti di Raldon riescono a trovare un equilibro qualitativo che non va troppo oltre la sufficienza. Se i difetti sopra citati venissero corretti, l'esperienza di gioco potrebbe risultare indubbiamente più piacevole, e soprattutto verrebbe resa giustizia all'enorme lavoro che c'è dietro a un progetto basato su alcune scelte progettuali difficili da condividere. 
Recensione di Tio

Grafica: 8 Sonoro: 6 Trama: 6 Giocabilità: 6 Longevità: 7 Globale: 7
» Feedbacks
Devi essere un utente registrato nel forum per lasciare un commento!