I nostri eventi in corso:
Stats
giochi: 65
risorse: 50
downloads: 9
scripts: 10
screens: 244
tutorials: 10
utenti: 7873
Giochi » Restricted - Project 15
Restricted - Project 15
» Scheda
Screen del titolo
Titolo: Restricted - Project 15 (demo)
Autore: kekkorider
Tool: Rpg Maker XP
Data di rilascio: 2009-09-12
Genere: Stealth
Vai al topic
DOWNLOAD (36.02 MB) - Mirror 1
Questo gioco è stato scaricato 371 volte
» Descrizione

Settembre 2003 - Città di Minarvas
Viene inaugurata la Northwale High School,una nuova scuola costruita dopo la demolizione di un vecchio istituto abbandonato dagli anni '70.
Dopo poco tempo cominciano ad accadere cose strane,durante la notte si sentono rumori provenire dall'interno dell'istituto,un guardiano notturno scompare nel nulla ma la guardiola dove alloggiava viene trovata chiusa a chiave dall'interno e con le pareti piene di sangue,successivamente a questo fatto si verificano altre sparizioni,sempre più frequenti,di studenti ed insegnanti che si erano trattenuti dopo l'orario delle lezioni.
Per questo le autorità decisero di chiudere la scuola,Aprile 2004.

NeoArc: quest'agenzia è specializzata nel paranormale,ovunque viene rilevata un'attività di questo genere l'agenzia manda i propri agenti ad indagare ed eventualmente ad agire,nel caso ci sia pericolo per i civili.
Gli agenti della NeoArc possiedono tutti capacità extrasensoriali di molto superiori alla norma (perchè ogni essere umano ne ha,chi più chi meno),Phasius è uno di questi.
Phasius è un membro del Progetto 15,una divisione della NeoArc che comprende gli agenti migliori in assoluto,oltre ad esso solo altri 4 ne fanno parte.

» Screenshots
Il genere del Survival Horror piace abbastanza agli utenti di RPGMaker: è una scelta comprensibile, giacché, a livello di "costruzione" del gioco, il Survival è forse ciò che più si avvicina a quel tipico JRPG per il quale il tool fu originariamente progettato. In questo specifico campo Restricted-Project 15 rappresenta probabilmente l'esempio più riuscito del contest, per quanto non privo di mende e di difetti.

Vengo subito al punto dolente: il gioco di Kekkorider è un convincente palcoscenico vuoto, in attesa perenne e vana di uno spettacolo che cominci. Si tratta cioè di un progetto videoludico nel quale, dall'inizio alla fine, non accade realmente "nulla" che spinga il giocatore a sentirsi parte di una trama in corso di svolgimento, e ad intervenire fattivamente per consentire al protagonista di sopravvivere... semplicemente perchè non c'è "nulla" che metta realmente in pericolo la vita del suddetto protagonista. Costui si limita a girare con passo (troppo) lento all'interno di corridoi e aule della scuola, aprendo porte e cercando chiavi, talora risolvendo pochi e facili enigmi, o interrempendosi per qualche visione sospetta. Tutto qui. Man mano che si percorrono quelle stanze quasi sempre vuote, invece di provare

inquietudine o terrore, si comincia ad attendere quasi con speranza che accada qualcosa, qualsiasi cosa. Un fantasma, uno zombie, quacosa che ci faccia del male.
E' questa, in linea di massima, l'unica vera debolezza di questo gioco: la sua ambiguità. Se si tratta di un Survival Horror, beh, la componente "survival" è praticamente inesistente. Se si tratta invece di un gioco investigativo o un'avventura grafica a tinte fosche (e il menu, privo di barra HP, lascia presupporre qualcosa di simile), l'esperimento appare riuscito solo per metà, giacchè gli enigmi presenti sono in numero troppo limitato, risultano eccessivamente lineari e semplici, e gli oggetti che di volta in volta si raccolgono non sono manipolabili nè combinabili in alcun modo. Insomma, il risultato è, semplicemente, un'ambientazione inquietante al punto giusto, ma... appunto, solo un'ambientazione. La tensione dura pochi minuti, poi ci si accorge che, come in un Luna Park, lo scheletro è finto e le ragnatele sono di nylon.     
Un gran peccato, giacché le altre caratteristiche del gioco superano pienamente la sufficienza. La trama risulta piuttosto interessante, per quanto ancora abbozzata nelle sole premesse... è evidente che ci troviamo di fronte alle battute iniziali del gioco, ci si augura uno sviluppo più approfondito. Graficamente, c'è stato un pesante e accurato editing di risorse RTP e elementi originali con alcune trovate ingegnose (bellissima la rugosità delle pareti) e pochi errori, tutto sommato non gravissimi. Il mapping è adeguato, nel complesso la scuola appare ben costruita e realistica, per quanto talvolta un po'... noiosa. Forse accorciare qualche corridoio e restringere qualche stanza avrebbe aiutato a rendere il mood generale più claustrofobico. Bella la scelta dei toni, buone le luci e le ombre (attenzione a non esagerare con le fog... non è realistico trovarsi sovrastati dall'ombra di una sedia), non male i chara, sebbene quegli occhioni lucidi da Candy Candy contrastino non poco con gli sguardi cinici e sottili dei face. Buono anche il menu, dalla grafica moderna e fredda, anche se qualche opzione in più (per esempio una descrizione degli oggetti) non avrebbe guastato. Le musiche, di contro, sono molto interessanti, originali e adatte all'atmosfera complessiva del gioco; una menzione d'onore spetta al brano dell'intro, davvero ottimo.

Restricted-Project 15 è una demo che offre più forma che sostanza, più palcoscenico che attori. Sta ora a Kekkorider elaborare le modifiche e le migliorie necessarie per animare finalmente un'ambientazione finora rivelatasi più che convincente. 
Recensione di Zosimos

Grafica: 7 Sonoro: 9 Trama: 6 Giocabilità: 6 Longevità: 6 Globale: 7
» Feedbacks
Devi essere un utente registrato nel forum per lasciare un commento!