I nostri eventi in corso:
Stats
giochi: 65
risorse: 50
downloads: 9
scripts: 10
screens: 244
tutorials: 10
utenti: 7873
Giochi » Thokk Jasconius
Thokk Jasconius
» Scheda
Screen del titolo
Titolo: Thokk Jasconius (completo)
Autore: Thokk Jasconius
Tool: Rpg Maker XP
Data di rilascio: 2009-10-05
Genere: Horror
Vai al topic
DOWNLOAD (107.98 MB)
Questo gioco è stato scaricato 138 volte
» Descrizione

Una persona, una villa, la solitudine, l'empatia. La storia degli inizi della professione di un esorcista che viene a contatto per la prima volta con il mondo... La modalità di gioco ricorda quelle di un'avventura grafica.

» Screenshots
Sono facilmente suggestionabile dai giochi “horror” in cui si è seguiti senza scampo da un mostro/entità malvagia. Mi blocco, voglio scappare ma mi paralizzo, mi sento davvero il personaggio del gioco. Indovinate a quale categoria appartiene Thokk Jasconius. Bravi.
L’ansia causata dall’essere una preda in, praticamente, trappola è una costante.

L’atmosfera è al contempo il maggior pregio del gioco e il peggior difetto del gioco: i dialoghi (seppur con parecchi errori di punteggiatura), la presenza costante della simpaticissima Holga e l’ottima scelta musicale (riuscire ad adattare i Nine Inch Nails a un gioco horror è un’impresa non da poco. E sinceramente non me li aspettavo, ecco) cozzano con le scelte grafiche e alcune di regia.

Diciamocelo chiaramente: lo stile RTP per un gioco del genere non va, anzi, stona paurosamente e appiattisce il tutto. Il mapping in molti frangenti è sotto la media con ambienti esageratamente vuoti o grandi (come la cella del sotterraneo) e la cornice dell’hud dei messaggi è realizzata male. Lo stile della mappa delle percezioni invece è molto buono, ma è troppo grande e non sempre chiara: ho trovato difficoltà a capire in che luogo ci trovavamo io e Holga. Devo dire che certe scelte mi hanno lasciato parecchio confuso, come la coppia che fa all’ammore per terra e vestita. All’inizio ho pensato di essermi perso qualcosa, ma visto che quella scena l’ho vista per tre volte per i miei stupidi game over, ho capito che il problema non ero io.
Nonostante ciò, traspare comunque un’atmosfera malata e disturbante, perfettamente adatta alla trama, piena di flashback e cambi di prospettiva e con un ottimo climax finale. Insieme al sonoro la parte migliore del gioco.
Un’altra nota dolente è il gameplay: Thokk Jasconius è a conti fatti un’avventura grafica, quindi con la classica esplorazione e ricerca di oggetti, ma i meccanismi d’indagine, il menù a scelta, rendono l’azione meno fluida e a volte mortale. Spesso mentre cercavo di fuggire da Holga ho cliccato “Esamina” sulla porta. Non è simpatico.
Non mi sono praticamente mai ritrovato a brancolare nel buio a cliccare oggetti a caso se non proprio alla fine del capitolo, in cui sono cascato nel classico vuoto da “E ora che faccio?”. La presenza della simpaticissima Olga sarà una spina nel fianco per praticamente tutto il gioco, vi seguirà ovunque (con conseguente game over), e, purtroppo, oltre a creare l’ansia tipica di questo genere (quando se ne va? Quando se ne va?), porta a dei terribili punti morti in cui si è costretti ad aspettare senza poter fare niente, questo finché non si ottiene un determinato oggetto. Continuando a parlare della nostra stalker preferita, mentre l’effetto sonoro che prelude alla sua comparsa è d’impatto, altrettanto non si può dire per l’intero chara che lo accompagna. Qualcosa come una posa frontale in trasparenza che aumenta e diminuisce di dimensioni sarebbe stata più d’effetto.
Attenzione anche ai bug, quello dello spartito in primis.

In fin dei conti Thokk Jasconius è un buon gioco, ma unito a una realizzazione tecnica non all’altezza delle idee. Sistemare questi campi gioverebbe a dismisura al gioco.
Recensione di Impaled Janus

Grafica: 4 Sonoro: 8 Trama: 8 Giocabilità: 5 Longevità: 5 Globale: 6
» Feedbacks
Devi essere un utente registrato nel forum per lasciare un commento!